Tulip Media

Pensieri imprenditoriali

Opinione: l'autenticità è la nuova tendenza?

Pubblicità, comunicazione, strategia: e se l'autenticità e il ritorno alle origini fossero il nuovo cavallo di battaglia dei brand?

In risposta al sentimento di distruzione delle nazioni e ai danni causati dalla globalizzazione, in un movimento globale verso il “ritorno alle origini”, i consumatori hanno sempre più bisogno di orientamento e differenziazione.

Dopo la standardizzazione dei modi di vita, del cibo e delle mode, c'è oggi una tendenza all'autoaffermazione, ad un revival delle tradizioni locali e ad una presunta promozione dell'autenticità, qualunque essa sia o provenga: il punto è che la standardizzazione dei nostri società avviate negli anni ’80 viene ora respinta.

 

Alla ricerca di un sé unico

Con questo egoismo accettato e la voglia di mettere tutto ciò che consumi su Instagram, più che mai gli attori economici sono alla ricerca di prodotti o servizi che potrebbero sottolineare quanto sono unici e contemporaneamente mostrare ai membri delle loro comunità quanto loro apprezzare l'autenticità del prodotto, il loro amore per l'etica, i prodotti fatti in casa, il commercio equo e solidale o quelli biologici.

In poche parole, autenticità al servizio del viaggio dell'ego e del marchio personale è la nuova tendenza.

 

Un ritorno alle origini multiculturale e cosmopolita

In questo contesto fortemente globalizzato, le città e le megalopoli cosmopolite sono diventate concorrenti diretti degli Stati. La cultura nazionale è sostituita da una cultura urbana cosmopolita modellata da varie influenze.

Non hai notato questa tendenza sui social network: affermare di provenire da una città (New York, Parigi, Dubai...) piuttosto che da un paese?

Anche se all’inizio questo modo di pensare urbano e multiculturale era completamente contrario all’attuale tendenza del “ritorno alle origini” e alla grande distribuzione, ora è un dato di fatto che queste due tendenze oggi si combinano e che i marchi se ne servono a proprio profitto.


C’è una crescente celebrazione dell’autenticità, che mette in risalto le tradizioni nazionali o locali insieme a un uso capitalistico di questa rinascita dei nazionalismi.

Prendiamo ad esempio i designer: usano tessuti specifici di varie persone nel mondo per mescolarli con altri nelle sfilate di moda per onorare la bellezza storica dell'autenticità.

Ciò che viene venduto qui è il originale carattere del prodotto in un enorme pasticcio universalista, in linea con lo spirito mondiale delle grandi città.

Sì, l’opinione pubblica e i consumatori sembrano rifiutare il globalismo e la globalizzazione. Ma ehi, alla fine, è molto probabile che le grandi aziende, le aziende industriali, l’industria della moda e l’industria alimentare sfrutteranno questa tendenza di ritorno al locale/antico/concreto.

Consumatori che cercavano alternative locali, etiche, biologiche, rispettose dell’ambiente, qualitative, originali e autentiche finirà per comprare autenticità ai marchi più universali, con le più significative economie di scala, schiacciando tutto sulla loro scia.

 

Conclusione: focalizza la tua comunicazione sull'autenticità!

Che tu sia un imprenditore o un manager, pensa a questa tendenza e intraprendi azioni a monte nel tuo business e nelle tue attività. La promozione dell’autenticità come valore e punto di forza è già diffusa. Tu dovrai adatta i tuoi prodotti e il tuo racconto!

 

Alla moda

Ciò che funzionerà sarà nuovi tessuti innovativi, etici e sicuri e abbigliamento locale aggiornato in collezioni originali.

 

Nel web e nel settore dei servizi

L'alba di localismo: dopo aver abbandonato artigiani, panettieri e casari, i consumatori li richiederanno nuovamente.

 

Nel settore del franchising

Potresti considerare di sottolineare l'aspetto astuto e indipendente dell'affiliato e diminuire il più possibile l’immagine del grande gruppo capitalista e finanziario che opprime i popoli indipendenti.

 

Nel cibo

Esiste già un vero e proprio la riscoperta del cibo antico e autentico. Penso che le prossime vittime di questo trend saranno i ristoranti giapponesi, con un mercato già affollato, ma anche i ristoranti di hamburger che avranno l’immagine del cibo spazzatura proveniente dalla New York globalizzata…

Cibo regionale, cibo italiano (ora in ripresa ma fino a quando?), autentico cibo asiatico, cibo mediterraneo e ovviamente cibo vegetariano e paleolitico sarà onorato.
Cosa ne pensi? Questa tendenza ti spinge a intraprendere qualche progetto?

 

I miei ultimi tweet

Nuovi cortometraggi su Blooness 👉 Il training dedicato ai migliori semi oleosi per la salute è finalmente disponibile in formato audio https://buff.ly/3xo9fTS
https://buff.ly/43DkrYR

Nuovi cortometraggi su Blooness 👉 Se ci fosse un solo integratore da assumere, sarebbe il magnesio (insieme alla vitamina D). La guida completa ai migliori multivitaminici sul mercato ancora disponibile qui con accesso gratuito https://buff.ly/49bHqvp
https://buff.ly/49c3rKK

Nuovi cortometraggi su Blooness 👉 L'ultimo corso Blooness sulle proteine # è disponibile in formato audio https://buff.ly/4aijbMW
https://buff.ly/3TP67cB

Carica di più

Non perderti i consigli aziendali via e-mail

Niente spam, solo un'e-mail quando viene pubblicato un nuovo contenuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITIT